Alexey (Ljosha) Kurbatov, illustratore

Tinte tenui color seppia, come in una vecchia foto, aggiungono sottigliezza ai suoi ritratti; tratti neri definiscono i contorni come fossero sculture. Questo, e un grande talento, risulta evidente in tutto il lavoro di Alexey Kurbatov, giovane grafico, illustratore, fotografo e artista, con sede a Mosca.

1c6aee77b21ae6b61e65155918d8c59c 16e4c664b0151e41f30307b90202bdaf 73b75da9d9ca6f7d9b1b22264c596840 94d7c0da189ee2455b5d001e0b0d2039 129f7089d70a4c1ab1e71d52d34c347d 191e908a849e57a48d4ceb7fab441adb 218e1f6b4dbbc9d73a4d7ce74d5f9b49 505a7c65513d56be68da1eb5049ac542 754a8ab1380e483e2d684503611cd8b9 3459d01403612b52e425d51ee8ea6569 5619fe7c1961d1b334a2d597a53aecd5 46637c56fbe0e251d0cb6a141de9eef1 652360d40c9adad90b4286134f68af54 a19718f4821978c8d910e36361cc59e8 b9c8d33af9b134256eb042634ee3fa68  b2710aafca92f6b1fd01f671fb396c52 d7b470ea48005251ec6970f87cdd9a72 e8912893e5815b0bbbe412a7c0f50ed3 Gandi 00b6c4a170539c5dbcae1c3e8e5214d9

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
Sideshow Sign Co.
Insegne Made in Usa