“Finisce la ricerca del regalo, continua la ricerca scientifica”,
Seletti per Aism

Seletti per Aism

Seletti per Aism

Dal 18 ottobre è partita la campagna natalizia AISM “Finisce la ricerca del regalo, continua la ricerca scientifica”. Per questa Campagna, realizzata a favore di AISM da SELETTI, azienda famosa in tutto il mondo per i suoi prodotti di design, sarà possibile donare una speranza a tutte le persone con SM e rendere concreto il progetto di un mondo libero dalla sclerosi multipla.

Cronica, imprevedibile e spesso invalidante, la Sclerosi Multipla è una delle malattie più gravi del sistema nervoso centrale, per le quali ancora non esiste cura risolutiva. Il suo esordio è tra i 15 e i 50 anni ma spesso si manifesta tra i 20 e i 30 anni, nell’età più ricca di progetti che riguardano il futuro, lo studio, le relazioni sociali, la vita affettiva e lavorativa. Sono 65 mila le persone con sclerosi multipla in Italia: il 50% sono giovani sotto i 40 anni. Ne sono colpite più le donne: su tre persone due sono donne. Esistono anche casi di SM pediatrica, e raramente, in bambini sotto i 10 anni.

Per la Campagna è stato realizzato un catalogo, molto ricco e innovativo, online esclusivamente dal 18 ottobre 2012 fino alla fine di gennaio 2013.
Con un semplice click su seletti.it sarà possibile scegliere oggetti unici, eleganti come le posate dorate o divertenti come i soprammobili di design, e ancora tavoli, bicchieri, copricuscini dalle forme e colori originali e innovativi. E in più contribuire a far andare avanti la ricerca scientifica sulla SM.

Oggetto simbolo è una clessidra, scelta per sensibilizzare sulla malattia e per ricordare che ogni 4 ore, nel mondo, una persona riceve una diagnosi di sclerosi multipla.
I proventi del catalogo contribuiranno a finanziare uno studio sull’analisi dell’infezione con virus di Esptein- Barr e della risposta immunitaria nel fluido cerebrospinale e nel sangue di pazienti con sclerosi multipla mediante tecniche altamente sensibili di PCR. Lo studio si propone di esplorare la potenziale utilità di una indagine molecolare basata sull’utilizzo di tecniche molto sensibili e specifiche. Lo scopo è quello di ottenere informazioni più precise sul profilo di espressione genica del virus e di geni cellulari associati con la risposta immunitaria.

Con questa iniziativa dedicata al Natale inizia una nuova e importante partnership tra AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla – e SELETTI. L’Azienda ha scelto di sostenere AISM e di inaugurare un nuovo percorso di impegno sociale concreto attivandosi nella lotta alla Sclerosi Multipla.

||||||||||||||||||||||||||||

AISMAssociazione Italiana Sclerosi Multipla, è l’unica organizzazione in Italia a intervenire a 360° sulla Sclerosi Multipla: promuove ed eroga servizi a livello nazionale e locale, afferma e rappresenta i diritti di tutte le persone con SM e, tramite la sua Fondazione FISM, finanzia e indirizza la ricerca scientifica di eccellenza, posizionandosi al primo posto in Italia per finanziamenti della ricerca sulla Sclerosi Multipla.

||||||||||||||||||||||||||||

SELETTI è un’azienda italiana che commercia mobili, decorazioni e oggettistica firmata da grandi designers internazionali. Il suo nome è sinonimo di creatività, innovazione, anticonformismo e da oggi anche di solidarietà. Con il sostegno ad AISM vuole promuovere un consumo consapevole dando un valore sociale alla propria mission aziendale.

Alcuni dei prodotti in catalogo

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
Goliath di Ximo Abadía