Il doodle festeggia il 15° anno di Google

Il doodle che festeggia i 15 anni di Google è un gioco interattivo. Basta premere play e il logo diventa un gioco a punti: la cosidetta “pentolaccia”, ovvero un contenitore pieno di caramelle da colpire bendati con un bastone. Ma si hanno solo dieci tentativi al termine dei quali si riceverà il punteggio. Buon divertimento!

Per questa occasione abbiamo fatto una selezione di alcuni dei doodle più belli di Google. Se voleste vederli tutti, potete consultare l’archivio a questo link

 

75° compleanno di Jim Henson, inventore dei Muppets
88 anni dalla nascita di Italo Calvino
100 anni del Tour de France
224 anni dalla nascita di Louis Daguerre
240° compleanno di Richard Trevithick, scienziato e inventore che ha sviluppato la prima locomotiva a vapore in grado di operare
165° compleanno di Bram Stocker
Il doodle della chiusura delle Olimpiadi 2012
Doodle animato e musicale dedicato a Claude Debussy e al suo Chiaro Di Luna
Doodle dedicato a Douglas Adams, l’indimenticato autore di “Guida Galattica per Autostoppisti”
Festa della donna 2012
100 anni dalla nascita di Julia Child, cuoca, scrittrice e personaggio televisivo statunitense del secolo scorso
Martin Luther King day 2013
100° anniversario di Nino Rota

407 anni dalla nascita di Rembrandt Van Rijns

Doodle dedicato a Saul Bass, designer e pubblicitario statunitense conosciuto soprattutto per aver fatto diventare le sequenze introduttive dei film una forma d’arte
125 anni dalla nascita del pittore argentino Xul Solars
Doodle dedicato al primo giorno d’inverno
300 anni dalla nascita di Jean-Jacques Rousseau

 

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
“Come si dice pattern in italiano?”