Coca Cola “2ndlives”, Ogilvy & Mather China

Come parte del suo programma di sostenibilità globale, Coca-Cola ha lanciato ‘2ndLives’, una linea di 16 tappi innovativi che possono essere avvitati sulle bottiglie una volta consumata la bevanda, trasformandole in oggetti utili e divertenti: un pennello, uno spray per acqua o un temperamatite che incoraggiano i consumatori a riutilizzare e riciclare la plastica. L’azienda ha collaborato con l’agenzia pubblicitaria Ogilvy & Mather China per la realizzazione della campagna.

“Siamo sempre alla ricerca di soluzioni migliori per ridurre l’uso della plastica e aumentare il suo riciclo in tutto il mondo”, afferma Leonardo O’Grady, ASEAN Director Integrated Marketing Communications di Coca-Cola. “La varietà dei tappi della nostra campagna ‘2ndlives’ dimostra che ci sono molti modi creativi per riutilizzare le bottiglie in plastica in modo semplice e pratico. Abbiamo creato strumenti di gioco con i tappi di bottiglia di Coca-Cola cercando di portare piccoli momenti di felicità nella vita delle persone”.

Il pilot di ‘2 Nd Lives’ è stato lanciato a Ho Chi Minh City, (Vietnam) nel mese di marzo, con 40.000 tappi di bottiglia distribuiti gratuitamente con l’acquisto di una bottiglia di Coca Cola. La campagna sarà lanciata prossimamente in Thailandia e Indonesia.
“L’idea ha un fascino universale e può quindi essere replicata in altri mercati oltre l’Asia “, ha detto Juggi Ramakrishnan, direttore creativo esecutivo di Ogilvy & Mather Pechino. “Questi tappi di bottiglia unici stanno cambiando il comportamento e la mentalità dei consumatori con un’idea incredibilmente semplice, ma intelligente”.

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
Alessandro “Shout” Gottardo, Selected Works a Vicenza