Manoteca, il laboratorio bolognese del “ready-made”

Mi piace l’idea che ogni oggetto si porti dietro la vita di qualcuno, la cura di chi l’ha preservato per farlo arrivare fino a qui. Spero che chi lo possiederà ne possa tener conto e trattarlo bene. Manoteca è una casetta di pietra in un giardino, un laboratorio in cui vecchie cose abbandonate e materiali di recupero vengono curati, ripensati e riassemblati. Sono tutti pezzi unici, realizzati a mano e trattati con vernici atossiche.

Manoteca è un laboratorio di design artigianale fondato a Bologna da Elisa Cavani (designer e visual merchandiser) e Marco Molinelli (art director, fotografo e regista), dove vengono selezionati oggetti appartenenti al passato, ricchi di valore storico sociale, per poi essere trasformati e reinventati nel loro utilizzo. Da materiali di recupero, rifiuti e scarti nascono pezzi unici caratterizzati da un design funzionale e uno spiccato senso estetico.
Elisa setaccia mercatini, soffitte abbandonate, vecchi garage e cantieri alla ricerca di oggetti “proustiani” impregnati di calore umano a cui donare una seconda opportunità mantenendo un rispetto quasi religioso per ciò che sono stati e ciò che diventeranno. Preservare la loro condizione e curarli con delicatezza è il monito.

È il nostro notarli che mette degli oggetti in una stanza, la nostra abitudine che li toglie di nuovo e libera spazio per noi. (Marcel Proust)

Molti degli oggetti scelti inoltre sono legati alla regione Emilia Romagna per ricostruire e difendere un’identità ridando ogni giorno vita a un frammento della terra che ha dato le origini a Manoteca.

 

BOX SIR

 

EPHEMERA

 

INDOOR K

 

SEE CLO