L’invasione degli Ultracorti!, Open Call di Wired

L’invasione degli Ultracorti! è il primo contest nazionale per cortometraggi sotto i 15 secondi, ospitato all’interno del Festival Internazionale del Film di Roma per la rassegna “WIRED NEXT CINEMA powered by Mazda”, che avrà luogo al MAXXI di Roma dal 16 al 25 ottobre.

Sul sito di Wired è già partita una open call che scade l’8 ottobre, per raccogliere i lavori più interessanti. Wired selezionerà gli ultracorti più stimolanti e innovativi, contatterà i creatori e li inviterà a presentare le proprie opere durante l’evento di ottobre. La proiezione degli ultracorti finalisti si terrà a Roma durante il Festival dal 16 al 25 ottobre e, contestualmente, una giuria di qualità eleggerà, per le diverse categorie, l’opera migliore.
Per la presentazione dei video non c’è nessuna limitazione di formato e tecnologia (Instagram, Vine, gif animata, mobile, etc..), l’unica condizione è la durata dei video che non dovrà superare i 15 secondi.
A seguire il concorso e per assicurare la massima attenzione verso tutti i contributi è stata chiamata come curatrice una delle grafiche e creative italiane più brave e conosciute nel mondo, Olimpia Zagnoli, già collaboratrice e illustratrice per realtà come New York Times, New Yorker, Time, Google e moltissime altre.

Cosa fare per partecipare?
A) Per inviare il tuo ultracorto compila il modulo online. Non è necessario che i lavori siano inediti, l’importante però che siano stati pubblicati nell’anno solare 2014, che tu ne detenga tutti i diritti d’autore e di proprietà intellettuale e che i lavori non siano lesivi di diritti di terzi o in contrasto con norme di legge. Wired, a proprio insindacabile giudizio, avrà la facoltà di eliminare i video che risultino in violazione delle regole di questa raccolta creativa.

B) Tutti possono partecipare a questa raccolta creativa senza distinzione di nazionalità, razza, sesso, età o preferenze alimentari.

C) Wired, a propria discrezione e insindacabile giudizio, selezionerà i lavori migliori, contatterà i creatori e li inviterà a presentare le proprie opere durante l’evento di ottobre.

D) La proiezione degli ultracorti finalisti si terrà a Roma durante il Festival dal 16 al 25 ottobre. Contestualmente una giuria di qualità eleggerà l’opera migliore.

E) Il o i creatori otterranno la possibilità di stringere un rapporto di collaborazione retribuito con Wired per la realizzazione di contenuti video.

F) Oltre all’elezione del video migliore, durante la serata verrano attribuiti una serie di riconoscimenti speciali.

Da parte della giuria di qualità:
– MIGLIOR VIDEO COMICO
– VIDEO PIU’ ORIGINALE
– MIGLIORE ART DIRECTON

Da parte del partner Mazda:
– BEST ROAD MOVIE
– CHALLENGER

Da parte del pubblico:
– IL PREMIO STANDING OVATION che verrà scelto tra una short list di 3 e assegnato sulla base del gradimento del pubblico presente all’evento

G) Hai tempo fino all’8 ottobre 2014 per inviare il tuo video.

Durante l’evento verrà anche scelto il miglior video del singolo dei Subsonica Lazzaro da te creato che sarà aggiunto ai canali ufficiali della band e pubblicato su Wired.it. Termini e condizioni a su http://lazzaro.subsonica.info.

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
Stargrid Collection, Mark Brooks