oakoak, la street art per una città meno grigia

designplayground_peanuts-oakoak
Peanuts, Febbraio 2015 – Saint Etienne

OAKOAK è un artista francese nato a Saint Etienne.

Il suo lavoro consiste essenzialmente nel ricercare, in strada o sui muri, quelle “imperfezioni” che stimolano la sua fantasia e di trasformare banali oggetti, macchie, ombre o raggi di sole, in poetiche o umoristiche opere di street art. OAKOAK ha lasciato il suo “tag” in tutto il mondo, dall’Inghilterra alla Tailandia, dalla Cina all’Italia e naturalmente in Francia.

Poiché vengo da Saint Etienne, una vecchia città industriale, ora in riconversione, ho la necessità di rendere la mia città meno “grigia” e, allo stesso tempo, divertente. L’umorismo è molto importante per me. È sicuramente l’elemento più importante in quello che faccio.

Il mio interesse principale è dare importanza ai luoghi e agli oggetti che le persone non notano più. Cammino molto ogni giorno ed è così che riesco a trovare nuovi posti interessanti con elementi urbani o muri rotti che catturano il mio sguardo. Quando vedo qualcosa di interessante durante le mie passeggiate, misuro e studio, e torno più tardi per fare il collage. Io preferisco preparare i disegni e bozze a casa.

designplayground_homer-oakoak
Homer, Marzo 2015 – Francia
designplayground_aSTROBOY-oakoak
Astroboy – Francia 2014
designplayground_bruce-lee-oakoak
Bruce Lee, Marzo 2014 – Saint Etienne
designplayground_cyclops-oak-oakoak
Cyclops (with a perfect sunshine), Giugno 2014 – Francia
designplayground_DSC_0124-oakoak
Happy Christmas, 2013 – Saint Etienne
designplayground_heart-vs-money-oakoak
heart vs Money
designplayground_la-source-oakoak
La Source
designplayground_moes-tavern-oakoak
Moe’s tavern, 2013 – Saint Etienne
designplayground_montgolfiere-oakoak
We are free, Francia 2012
designplayground_tahiti-bob-2-oakoak
Sideshow bob, Francia 2013
designplayground_Usine-oakoak
The factory, Francia 2012
designplayground_you-are-my-sunshine-oakoak
You’re my sunshine, 2013 – Saint Etienne
designplayground_polar-bear-oakoak
Polar bear in the modern world, Aprile 2014, Parigi
designplayground_good-job-oakoak
good job!, Francia 2014
designplayground_motocross-oakoak
vroum, Novembre 2014 – Svizzera

 

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
Ai Pioppi, tra giostre e sopressa