Workshop di illustrazione e stampa risograph

P1140418

Librimmaginari 2015 propone un workshop di illustrazione e stampa risograph tenuto da Rita Petruccioli & Studio Inuit. Si svolgerà il 29, 30 e 31 maggio al Biancovolta in via delle Piagge, 23 a Viterbo.

Il corso è rivolto a studenti, grafici o illustratori che vogliono sperimentare una nuova tecnica di stampa ma anche a insegnanti, curiosi e aspiranti illustratori.

La stampa Risograph
La stampante Risograph è uno strumento di stampa che nasce per uso d’ufficio ma che da alcuni anni in tutta Europa è stato riscoperto per uso creativo da fotografi, designers e grafici.
Il tipo di stampa è a metà strada fra la serigrafia e la stampa offset: la macchina crea una matrice che viene avvolta attorno ad un cilindro attraverso il quale passa dell’inchiostro liquido.

Il risultato sono delle stampe uniche grazie alla sovrapposizione dei colori (stampati uno alla volta) e dei piccoli fuori registro. Così si ottengono preziosi libri o stampe che possono essere considerati pezzi unici.
Come nella stampa offset, la stampa Risograph rende possibile stampare migliaia di copie a colori a bassissimo prezzo, la scelta di Inuit è quella di produrre delle medie tirature per poter curare e diffondere il lavoro degli autori al meglio.
Inoltre è una tipologia di stampa eco-friendly: utilizza pochissima energia elettrica ed inchiostri a base di olio di soia.

Obiettivi del workshop:
– panoramica generale sulle produzioni editoriali in Risograph;
– apprendimento delle tecniche di stampa Risograph;
– concezione e realizzazione di illustrazioni in bicromia Risograph;
– stampa legatura e finitura delle illustrazioni;
– esposizione dei lavori e confronto col pubblico.

Venerdì 29 maggio:
15:00 – 18:00

Sabato 30 maggio:
10:00 – 13:00 15:00 – 18:00

Domenica 31 maggio:
10:00 – 13:00 15:00 – 18:00

Costo 70 euro + tessera arci 2015
Per informazioni e iscrizioni:
culturavt@arci.it – tel: 349 6104936 / 328 1822384

11027452_10203979997403154_2833929064154112084_nP1140417P1140438

Inuit è un’associazione culturale che si occupa della diffusione delle autoproduzioni in Italia e all’estero. Dal 2013 produce libri artigianali e cartelle d’artista in Risograph e serigrafia collaborando con vari artisti internazionali.

Rita Petruccioli è un’illustratrice e fumettista italiana. Lavora con Mondadori, Laterza, Bao Publishing, Editions Auzou, La Nuova Frontiera Junior, Lavieri. Ha collaborato con Inuit nella realizzazione di Tacita Silva, libro d’artista in tricromia Risograph e nella progettazione di workshop di stampa per grandi e piccoli.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
Qingjun Huang, Family stuff