Tipografia made in Sawdust

Lo studio di progettazione grafica frutto della partnership tra Jonathan Quainton e Rob Gonzalez

Sawdust è lo studio di progettazione grafica con sede a Londra frutto della partnership creativa tra Jonathan Quainton e Rob Gonzalez specializzato in tipografia e identità visiva per clienti come Nike, Wired, New York Times, Coca-Cola, Esquire, Creative Review, Audi, Fast Company, Bleep, IBM, Honda, ESPN.

Ricerca e un lavoro meticoloso sono gli ingredienti per il pluripremiato duo. A seguire una galleria dei progetti più recenti. Potete seguirli anche su Behance.
___
Carattere tipografico contyributo per “I ♥ NYLON“, pubblicazione che celebra il lavoro creativo di Bernstein&Andriulli.

nylon-1-1024x1024
sawdust-x-audi-1-1024x647
sawdust-x-audi-3-1024x647
esoteric-form-1-1024x1449
esoteric-form-4-1024x667
esquire-1000-8-1024x1190
esquire-1000-6-1024x1396

___
Carattere tipografico per Audi Magazine. ___
Esoteric Form è una serie di stampe in edizione limitata esposte a Londra, Monca e Oslo, curate da Art Mosh ___
Cover design e artwork tipografici per il numero 1000 della rivista Esquire.

flow-1-1024x597
flow-4-1024x597
flow-6-1024x597

_
Flow, carattere sperimentale

kd7-logo-1-1024x653
kd7-logo-4-1024x653

_
Identità per il lancio della scarpa di Kevin Durant prodotta da Nike.

kitchen-01-1024x640
kitchen-03-1024x640

_
Identià per lo studio di animazione londinese The Kitchen

lebron-james-typeface-1-1024x1448
lebron-james-typeface-47-1024x647
lebron-james-typeface-45-1024x647

_
Carattere tipografico per la linea di prodotti Nike relativi al giocatore NBA LeBron James, basato sul logo esistente del giocatore.  

offf15-book-1-1024x1605

_
Contributo per il nuovo art book “OFFF Unmasked” che celebra la quindicesima edizione dell’OFFF Festival di Barcellona.

sawdust-x-wired-uk-0-1024x1370
sawdust-x-wired-uk-1-1024x1370
sawdust-x-wired-uk-3-1024x1370
sawdust-x-wired-uk-4-1024x1370
sawdust-x-wired-uk-12-1024x668
sawdust-x-wired-uk-21-1024x683
we-all-live-underground-1-1024x1448
we-all-live-underground-2-1024x667

_
Numeri progettati per l’annual “The Wired World in 2016” di Wired UK dedicato alla tecnologia.
 _
“We All Live Underground” poster tipografico creato scomponendo il marchio della metropolitana londinese, ricostruito poi in forme tipografiche.

wired-electric-word-2-1-1024x1005
wired-electric-word-2-4-1024x685

_
Carattere tipografico per i titolo della rubrica di Wired US “Electric Word”

wired-electric-word-3-1-1024x1348
wired-electric-word-3-5-1024x747

_
Carattere tipografico per i titolo della rubrica di Wired US “Electric Word”. Nell’articolo in questione si invita a una migliore comprensione dell’autismo.

wired-italy-cover-1-1024x667
wired-italy-cover-5-1024x600

_
Composizione tipografica per il numero di Wired Italia dedicato ai migliori 150 gadgets.

lunetta-01-1024x640
lunetta-06-1024x640
lunetta-10-1024x640

_
Il carattere tipografico Lunetta acquistabile su Hyper For Type

shanghai-ranking-200-numerals-5-1024x667
shanghai-ranking-200-numerals-1-1024x667

_
Numeri progettati per il libro Shanghai Jiao Tong Top 200 Research Universities. Il design è ispirato ai nastri tipici delle premiazioni che riconducono al tema del libro.

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
The Happy Film