I nuovi workshop di Week Hand dedicati al mondo dei makers

A partire dal 12 marzo Week Hand sbarca a Terni con 4 nuovissimi appuntamenti per imparare, creare e apprendere nuove conoscenze e sviluppare nuove competenze. Questa volta i workshop sono  organizzati in collaborazione con Greentales, start up ternana innovativa, fondata a marzo 2013 dalla B&G Design e Flusso Design, studi attivi nel campo della comunicazione integrata, del design e dell’architettura.

Sabato 12 marzo
Il primo corso è dedicato alla progettazione attraverso Grasshopper, uno dei più potenti strumenti parametrici per la generazione ed il controllo di forme complesse a qualsiasi scala, dall’architettura al design. Obiettivo del corso è l’apprendimento delle funzionalità base di Grasshopper e alle nuove possibilità offerte da questo particolare tipo di progettazione. Il corso sarà tenuto da Michele Calvano, architetto e dottore di ricerca in rappresentazione architettonica, specializzato nella modellazione matematica e parametrica. Scrive articoli sul Reverse Modeling e sulla fabbricazione delle forme e svolge attività di docenza presso l’Università Sapienza di Roma nella magistrale in Product Design e presso l’Università di Camerino nei corsi di disegno del SAD ad Ascoli Piceno. È docente presso Quasar Design University a Roma, tutor Autodesk per il software AutoCad e ART per la Mcneel. Collabora alle attività di formazione e divulgazione della Casa dell’Architettura di Latina.

Sabato 19 marzo
Il secondo workshop, sulla  modellazione per la STAMPA 3D, è rivolto a chi si vuole avvicinare al processo di stampa 3D. In 4 ore l’utente verrà informato sui passaggi metodologici e pratici per creare un modello tridimensionale (dalle risorse presenti nel web alla ideazione di modelli ex-novo), verificarne la realizzabilità ed esportare un file definitivo pronto per essere prototipato. Il corso è affidato all’architetto Alessandro Fancelli laureato in architettura e diplomato alla Scuola Politecnica di Design. Nel 2001 fonda lo studio Flussodesign attivo nell’interior design, nell’industrial design e nella comunicazione integrata. Nel 2013 è uno dei fondatori di GreenTales, start up innovativa impegnata nello sviluppo della manifattura digitale, prototipazione rapida e reverse engineering. Negli anni si è occupato anche di organizzazione eventi e formazione applicata ai settori del design e dell’architettura.

Sabato 2 aprile
Il successivo workshop è dedicato al TAGLIO LASER: pensare in 3D, disegnare in 2D. Il laboratorio è dedicato all’apprendimento della progettazione di oggetti adatti ad essere prodotti con il taglio laser, attraverso la realizzazione di un disegno esecutivo e l’utilizzo di software dedicati. Al termine del corso ciascun partecipante sarà in grado di produrre in autonomia un file esecutivo per il taglio laser e di realizzare il taglio con la macchina. Il laboratorio sarà curato da Alessandro Capati architetto, designer, modellista, esperto in tecnologie CNC. Nel suo recente passato ha lavorato a vari progetti di architettura, attività di ricerca, organizzazione di eventi pubblici, corsi di formazione. E’ il creatore del brand FOLIO prodotto di design originale e divertente adatto a tutti: formati riconoscibili, tutti pezzi ad incastro da montare, personalizzabili, collezionabili, ecologica.

Sabato 9 aprile
Il ciclo di workshop ternani si conclude con il laboratorio Introduzione ad ARDUINO e alla progettazione Open Source: il corso è basato sull’utilizzo di Arduino e sulle sue possibili funzionalità. I partecipanti alla fine del corso sapranno come funziona la scheda hardware open source, come interagisce con l’ambiente in cui si trova ricevendo informazioni da una grande varietà di sensori, come è in grado di controllare luci, motori e altri attuatori. Tutor del corso sarà il Dott. Michele Vece, recentemente laureato in Medicina, è fondatore e animatore di Hacklab Terni, associazione e centro per l’apprendimento dedicato alla condivisione della conoscenza. Ha partecipato attivamente a numerosi eventi e alla realizzazione di molti progetti, l’ultimo dei quali denominato TribeBots è stato premiato con la Maker of Merit Roma 2015.

Ciascun corso ha il costo di € 30,00 e permette di ottenere 4 crediti da parte dell’Ordine degli Architetti OAPPC Terni con un costo di segreteria pari a € 10.
week_hand_terni
Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
‘Luge’, Canadian Institute of Diversity and Inclusion