Le illustrazioni di Antti Kalevi

Come luce del sole attraverso una tavoletta grafica.

Antti Kalevi è un illustratore finlandese di base ad Helsinki che divide il suo tempo tra commissioni commerciali e attività artistiche personali.

I suoi progetti spaziano dalle illustrazioni per il New York Times ai libri per bambini, ai disegni tessili, alle tazze in ceramica e ai disegni per manifesti. Ha iniziato la sua pratica di illustrazione subito dopo la laurea presso l’Università di Aalto nel 2014 e da allora lavora in modo indipendente.

Con le parole che seguono viene presentato da Agent Pekka l’agenzia che lo rappresenta: “Per quanto si possa credere che i disegni di Antti Kalevi siano realizzati con ritagli di carta dai colori a fluorescenti o primari, in realtà sono tutti creati digitalmente. Libero, espressivo e pieno zeppo di frutti felici, animali, esseri umani e forme con gli occhi, il lavoro di Antti è come luce del sole che arriva attraverso una tavoletta grafica”.

“Mi piace usare l’umorismo nei miei lavori di tanto in tanto, ma cerco anche di creare immagini bellissime”, dice Antti. “Se guardi da lontano il mio lavoro può apparire molto semplice, ma se lo osservi attentamente scoprirai che è pieno di piccoli dettagli”.

Per ora Antti si concentra sull’illustrazione editoriale, sul design tessile, sulla ceramica e su altre commissioni e si sente appagato da quello che fa purché il suo lavoro conservi quella giocosità che lo contraddistingue così marcatamente. In futuro vorrebbe cimentarsi in grandi murales per interni e progettare e illustrare una propria linea di ombrelli.

Il mio obiettivo è creare un lavoro che mostri le cose nella loro nuda essenza, pur mantenendo un elemento poetico.

Antti Kalevi

Samuji House
Costa Brava
Naoshima
Saas-Fee
Okinawa
Hey
“!?”
Sister Corita
Sun, Shapes, Shadows – Composition #2
Sun, Shapes, Shadows – Composition #3
Sun, Shapes, Shadows – Composition #6
Sun, Shapes, Shadows – Composition #7
Sun, Shapes, Shadows – Composition #10
Mandarino 2018
Red Flower
Blue Flower
Taipei Life
Veneto I
Veneto II
Veneto III
Leijona

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
Pneumàtic