Easy Peasy. Giardinaggio per bambini

Per una nuova generazione di pollici verdi ci sono diversi modi per portare la natura in casa

In questo momento storico così difficile e complesso per tutti a causa della pandemia da Covid-19, in molti stiamo cercando di occupare il tempo che ci costringe nelle nostre case, per combattere stress e noia. E chi certamente vive con difficoltà queste lunghe giornate sono i più piccoli, insieme i genitori, alla ricerca di nuove attività che possano distrarli e intrattenerli.

Ci viene in aiuto il libro edito da Gestalten, Easy Peasy, un’introduzione al giardinaggio semplice per poter coltivare ovunque. “Sia che tu viva in città o in campagna, ci sono molti posti in cui puoi piantare e fare crescere le tue piante. Per una nuova generazione di pollici verdi ci sono diversi modi per portare la natura in casa. Crea i tuoi vasi, costruisci box da balcone, crea le tue mangiatoie per uccelli e diventa anche amico dei vermi!”. Così promette l’incipit del libro.

Ogni attività è stata scelta e descritta dagli autori con cura per creare ambienti viventi, rinnovabili e sostenibili per i bambini e le loro famiglie. I semplici passaggi e le splendide illustrazioni dei luoghi rendono le attività divertenti e facili da seguire.

Perché non creare un terrario in un barattolo per la tua camera da letto o tenere un diario della fauna selvatica e osservare la bellezza della natura da vicino? Ovunque vivi e indipendentemente dal periodo dell’anno, Easy Peasy ti invita a scavare le mani nella terra ed esplorare il mondo che ti circonda!

GLI AUTORI

Kirsten Bradley è la fondatrice della fattoria di permacultura* di Milkwood in Australia. Kirsten, insieme a suo marito Nick coordina un team di educatori specializzati in corsi e seminari sulla crescita e la vita sostenibili.

*La permacultura è un insieme di pratiche mirate per progettare e gestire paesaggi antropizzati che soddisfino i bisogni della popolazione quali cibo, fibre ed energia e al contempo presentino la resilienza, ricchezza e stabilità di ecosistemi naturali.

Aitch è un artista rumeno il cui lavoro è radicato nella natura, nel folklore e nella fantasia. I suoi modelli audaci, il colore audace e i personaggi stravaganti l’hanno vista lavorare attraverso una gamma di prodotti tra cui sfondi, carte da gioco, ceramiche, tessuti e libri. Il suo impressionante repertorio di clienti include L’Occitane, O2, ELLE e Penguin Random House.

Coltiva le verdure al chiuso

Sapevi che alcune verdure ricresceranno dagli scarti della cucina? E una volta cresciute, puoi mangiarle di nuovo! Tutto ciò di cui hanno bisogno è un bicchiere d’acqua o un po’ di terra.

Quello che ti serve:

Stuzzicadenti, mezza patata dolce, un bicchiere d’acqua, cipollotti, terra.

Cosa fare:

1. A metà della patata dolce, infilare alcuni stuzzicadenti. Ciò consentirà di bilanciare sul bordo del vetro.
2. Riempi il bicchiere con acqua dolce, lasciando qualche centimetro di spazio in alto.
3. Metti la patata dolce nel bicchiere, con la parte tagliata sott’acqua e la parte non tagliata sopra l’acqua.
4. Metti la tua patata dolce da qualche parte con molta luce ma senza sole diretto. Dovrebbe iniziare a germogliare con piccole foglie entro una settimana. Assicurarsi che il fondo rimanga sempre sott’acqua.
5. Man mano che la patata dolce crescerà, se le lascerai libere le sue viti si arrampicheranno su ciò starà più vicino a loro. Le foglie sono commestibili e possono essere utilizzate in insalate o stufati.

Crea un terrario

Porta il giardino dentro la tua casa con un terrario!

Un terrario funziona un po’ come un ecosistema. All’interno del barattolo c’è un piccolo mondo. La relazione tra le tue piante, il calore e l’umidità che creano all’interno del vaso le mantiene sane. Puoi persino tenere il terrario vicino al tuo letto in modo che la natura sia la prima cosa che vedi quando ti svegli al mattino!

Avrai bisogno:

Un vaso, piccole piante come felci e piante grasse funzionano bene, muschio fresco, carbone attivo, terra, sabbia.

Cosa fare:

1. Posiziona il carbone sul fondo del barattolo, abbastanza da coprire la base.
2. Mescola parti uguali di terreno e sabbia in un secchio. Aggiungi il tutto nel barattolo fino a quando non sarà pieno per 1/3.
3. Rimuovi con cura le tue piante dai loro vasi e libera le radici dalla terra. Mettile nel barattolo con le radici aperte.
4. Posiziona con cura il muschio attorno alle piante fino a quando l’intera superficie non è coperta. Premi con decisione verso il basso e poi innaffia le tue piante.
5. Posiziona il terrario dove preferisci nella tua stanza, purché non sia esposto alla luce solare diretta. Innaffia il tuo terrario con parsimonia, solo un po’ alla volta.

Suggerimento: parla con il tuo terrario! Quando espiri, stai espellendo l’anidride carbonica di cui le piante hanno bisogno per crescere. Parlare con il tuo terrario ti aiuterà a mantenerlo sano.

Fai un vortice di vento

Da dove viene il vento che soffia nel tuo giardino? Viene da est in primavera e da ovest in autunno? Questo “vortice di vento” è realizzato con una bottiglia di plastica rotonda. Se ti piace, dipingilo con colori vivaci!

Avrai bisogno:

Una bottiglia di plastica, forbici affilate, un pennarello, una graffetta, uno spago.

Cosa fare:

1. Traccia con un pennarello delle linee verticali lungo il corpo della bottiglia (solo nella parte centrale). Lascia dello spazio tra le righe.
2. Prendi le forbici e incidi con cura ogni riga.
3. Nella parte superiore e inferiore di ciascuna fessura che hai creato, esegui anche un piccolo taglio orizzontale, sempre nella stessa direzione (la fessura ottenuta avrà la forma di una c squadrata)
4. Spingi delicatamente il lembo di ogni fessura verso l’interno della bottiglia. 
5. Ora fai un buco nel tappo della bottiglia e inserisci un’estremità della graffetta: piegala in modo che non si possa sfilare ma possa comunque girare liberamente.
6. Decora il tuo vortice di vento.

Con un po’ di corda, appendi il tuo vortice su un albero o un balcone, od ovunque possa roteare liberamente. Presto imparerai da dove viene il vento nel tuo giardino.

Editors: gestalten & Aitch
Authors: Kirsten Bradley
Release date: March 2019
Format: 21 × 26 cm
Features: Full color, hardcover, 56 pages
ISBN: 978-3-89955-824-1

Design Playground è un viaggio nella creatività attraverso i progetti più suggestivi della cultura contemporanea. Un racconto fatto di storie, di idee e di sogni.

Design come “progettazione di un artefatto che si propone di sintetizzare funzionalità ed estetica”.

Siamo partiti proprio da qui, dal termine design. Una parola che, come spesso accade con i termini di cui si abusa, ha perso il suo significato originale. O meglio, siamo noi che lo abbiamo perso di vista. Il design non è lusso, il design è creatività ma soprattutto, ricerca e progetto, è saper ascoltare e capire le necessità. Con le parole di Enzo Mari tratte da 21 modi per piantare un chiodo“Credo che il design abbia significato se comunica conoscenza”.

Quello che ci prefiggiamo è raccontare quel design che comunica appunto la storia e le conoscenze che hanno permesso di arrivare alla sua sintesi. Tutto questo in uno spazio aperto a tutti, un playground, dove sia centrale la voglia di conoscere, approfondire e cercare spunti di riflessione.


Massimo Vignelli ha affermato: «Il design è uno – non sono tanti differenti. La disciplina del design è unica e può essere applicata a molti ambiti differenti». E ancora Ettore Sottsass “il design è un modo per discutere di società, politica, erotismo, cibo e persino di design. Alla fine, è un modo per costruire una possibile utopia figurativa o una metafora della vita”.

Design Playground attraversa i differenti ambiti della progettazione trattandoli come parte di un unicum che li comprende tutti: dalla grafica alla fotografia, dall’illustrazione al video, dall’industrial design all’arte.

Altre storie
Fruit Exhibition, a Bologna torna la fiera dell’editoria indipendente