Arte

“Tutte le arti si assomigliano – un tentativo per riempire gli spazi vuoti.” (Samuel Beckett)
Un piccolo escursus nell’universo dell’arte che pone l’accento su opere e progetti che tentano di riempire, sia in modo tangibile sia astratto, lo spazio vuoto beckettiano.

La cuccagna di Blu

La cuccagna di Blu

Cuccagna, così si chiama l’ultima opera di Blu. Si tratta di una metafora degli effetti del capitalismo: la giostra dell’opulenza gira in superficie, ma nei piani inferiori ai lavoratori sfruttati spettano gli scarti.

Blaqk, il segno puro

Blaqk, il segno puro

Il team di street artist conosciuto con lo pseudonimo Blaqk è formato da Greg Papagrigoriou e Chris Tzaferos (Simek), entrambi graphic designer di Atene. Forme, pattern geometrici, segni calligrafici e tipografici tutti al servizio della composizione.

Geoff McFetridge, dipinti su carta

Geoff McFetridge, dipinti su carta

In occasione della mostra “Art in the Streets” al MOCA di Los Angeles nel 2011, l’artista canadese Geoff McFetridge (1971) ha dipinto su carta quaranta diversi soggetti utilizzati poi da Nike SB per realizzare una serie limitata di 24 sneaker.

Festiwall, a Ragusa dal 6 al 18 settembre

Festiwall, a Ragusa dal 6 al 18 settembre

Agostino Iacurci, Evoca1, Fintan Magee, SatOne e Hyuro sono i protagonisti della seconda edizione di Festiwall. Il festival di arte pubblica ragusano anche quest’anno infatti riproporrà la formula “cinque artisti, cinque muri”, disseminando gli interventi in un’area ben definita di Ragusa, quella denominata “Selvaggio”.

I dipinti di Geoff McFetridge

I dipinti di Geoff McFetridge

Canadese classe 1971, Geoff McFetridge è un onnivoro creativo che lavora con grandi marchi e contribuisce a crearne di nuovi ed espone nelle gallerie di tutto il mondo. In questa gallery alcuni dei suoi dipinti più rappresentativi.

Pedro Covo: Swimmers

Pedro Covo: Swimmers

In questo post la serie “Nuotatori” di Pedro Covo: schizzi convulsi di vernice divengono spruzzi d’acqua e le linee sinuose dei corpi sembrano svanire tra le pennellate e i toni di blu.

Le sette montagne magiche di Ugo Rondinone

Le sette montagne magiche di Ugo Rondinone

Nel mezzo del deserto a sud di Las Vegas, a partire dall’11 maggio 2016 (e per i prossimi due anni) è possibile ammirare “Seven Magic Mountains” opera dell’artista di origine svizzere Ugo Rondinone.

I pattern di Javier De Riba

I pattern di Javier De Riba

Le tele di Javier de Riba sono i pavimenti degli edifici abbandonati, marciapiedi in rovina, lastricati o scalinate. Con la tecnica dello stencil e lo spray riproduce pattern che ricordano le piastrellature di pavimenti pregiati, riportando la bellezza dove l’incuria ha avuto la meglio.

“Of Changes”, MP5 alla Wunderkammern di Roma

“Of Changes”, MP5 alla Wunderkammern di Roma

Fino al 24 marzo, la Wunderkammern ospita Of Changes, mostra personale dell’artista italiana MP5. Un’esplorazione che trae ispirazione dal Libro dei Mutamenti (I-Ching) e indaga la crisi individuale e collettiva del mondo occidentale, sia in campo culturale sia psicologico.

“Promise”. L’opera di Giulio Vesprini per WöW

“Promise”. L’opera di Giulio Vesprini per WöW

PROMISE è il nome dell’ultimo murales a firma dell’artista Giulio Vesprini. L’opera è stata realizzata nella città di Terni, in Piazza della Pace, dove domenica 21 febbraio dalle ore 16:30 è prevista una vera e propria festa di quartiere per inaugurare il muro insieme all’artista e tutta la comunità.

Forgotten Project #3. Bordalo II

Forgotten Project #3. Bordalo II

L’artista Portoghese Bordalo II è stato a Roma circa una settimana per realizzare una delle sue speciali creature con materiali di scarto. Biciclette rotte, pezzi di auto, pneumatici e colori sono serviti infatti per realizzare uno dei suo famosi Big Trash Animal.

Intervista a Giulio Vesprini. Graphic designer e street artist

Intervista a Giulio Vesprini.
Graphic designer e street artist

In occasione dell’ultimo muro realizzato a Porto Sant’Elpidio per il progetto “Parlare Futuro. Lezioni d’Autore”, abbiamo deciso di scambiare due chiacchiere con l’artista Giulio Vesprini per farci raccontare il suo lavoro sia da un punto di vista artistico sia curatoriale che lo vede da anni alla guida del progetto “Vedo a Colori”.

“Emergence Lab”, Thomas Medicus

“Emergence Lab”, Thomas Medicus

Ispirandosi al fenomeno del “comportamento emergente” Thomas ha costruito una scultura anamorfica composta da un cubo traslucido contenente sei immagini dipinte a mano. La sua particolarità? I sei dipinti sono visibili da un unico e solo punto di osservazione.

#startdrawing. Riappropriarsi dell’arte attraverso il disegno

#startdrawing.
Riappropriarsi dell’arte attraverso il disegno

Il Rijksmuseum Amsterdam ha promosso una campagna dal titolo #startdrawing per dissuadere i visitatori dall’utilizzo di macchine fotografiche, chiedendo loro di prendersi più tempo per osservare le opere e incoraggiandoli a disegnarle. Lo scopo? Analizzare “la bellezza, la magia e la meraviglia” più da vicino.

Brandalism. Guerrilla art a Parigi

Brandalism. Guerrilla art a Parigi

L’ultima “apparizione” del collettivo Brandalism è di qualche giorno fa, quando, in occasione della conferenza mondiale sui cambiamenti climatici COP21 di Parigi, ha tappezzato le fermate degli autobus con circa 600 ironici manifesti che sbeffeggiano il grande evento e le sue società promotrici.

Intervista allo street artist Apolo Torres

Intervista allo street artist Apolo Torres

Abbiamo seguito questo artista brasiliano sin dal suo arrivo nel Bel Paese, vi abbiamo raccontato la sua prima personale europea Emergere curata da Davide Rossillo e i suoi primi muri italiani per Memorie Urbane. Ora vogliamo proporvi questa intervista gustandoci anche qualche foto e un breve video del making-off del suo muro di Arce.

Forgotten Project #2, Frederico Draw

Forgotten Project #2, Frederico Draw

È tornato in Italia l’artista portoghese Frederico Draw, e approfittando di una calda Roma domenicale siamo passati da lui per salutarlo e gustarci le ultime rifiniture del suo nuovo lavoro che è anche il secondo intervento artistico del progetto romano Forgotten.

Selman Hoşgör: collages in bianco e nero

Selman Hoşgör: collages in bianco e nero

Andy Warhol e Jasper Johns, Virginia Woolf e James Joyce, John F. Kennedy e Fidel Castro, Picasso, Dalì sono solo alcuni dei protagonisti delle composizioni foto-tipografiche del graphic designer e artista di collage con sede a Istanbul Selman Hoşgör (1987).

Forgotten Project #1, Diogo Machado (ADD FUEL)

Forgotten Project #1,
Diogo Machado (ADD FUEL)

Il primo intervento per il progetto Forgotten di Roma, che ha lo scopo di dare nuova vita ad alcune zone “dimenticate” della Capitale, è l’opera dell’artista portoghese Diogo Machado, che mescola la tradizionale ceramica portoghese “azulejos” alle medievali cosmatesche nostrane.

Intervista allo street artist Bifido

Intervista allo street artist Bifido

Per questa intervista abbiamo avuto il piacere di fare due chiacchiere con il giovane artista di Caserta Bifido. Ironico e irriverente, il suo lavoro affronta tematiche attuali, forti e spesso sconvenienti con lo scopo di generare riflessioni e curiosità nei passanti.