Buongusto

Il cibo è cultura e, come tale, degno di essere sottoposto a riflessione. Questa sezione raccoglie i progetti di artisti e designer che trattano il cibo nel suo essere materia prima o materia da manipolare, oggetto di consumo o perfino oggetto di rappresentazione.

Oltre il cioccolatino

Oltre il cioccolatino

Ma è possibile lavorare il cioccolato come un vero e proprio materiale sperimentale di cui reinventare la composizione, la consistenza e la morfologia attraverso nuovi processi di trasformazione e di produzione seriale o puntuale?

TYPOS 2015. Il Convivio

TYPOS 2015. Il Convivio

La terza edizione di Typos si svolgerà dal 4 al 7 settembre sulle Rive di Trieste all’interno di cinque container, dove una “tavolata” di artisti, grafici, designer, fotografi, scrittori (e molti altri) reinterpreteranno l’alta cucina.

“The Inglorious Fruits and Vegetables”

“The Inglorious Fruits and Vegetables”

La campagna promossa da Intermarché, catena di supermercati francese, e ideata dallo studio Marcel con lo scopo di salvare dal bidone della spazzatura frutta e verdura considerata “brutta”. Pochi giorni fa ha vinto il premio Designs of the Year 2015 della categoria “graphics”.

Visual Food 2.0. Cibo e comunicazione visiva

Visual Food 2.0.
Cibo e comunicazione visiva

Visual Food 2.0 è il progetto del neo laureato dell’Università IUAV di San Marino Marco Fabbri, che sarà in esposizione nel padiglione dell’università durante l’EXPO 2015. Abbiamo parlato con lui di come è nata l’idea e in cosa consiste questa piattaforma.

Slow Wood, il panino componibile di Studio Fludd

Slow Wood, il panino componibile
di Studio Fludd

Il gioco ideato nel 2011 dallo Studio Fludd, protagonista della recente campagna di crowdfunding su Indiegogo volta a trovare i fondi per metterlo finalmente in produzione. Ideale per trasmettere l’amore per il cibo a tutti i bambini (anche a quelli molto cresciuti!).

“Chocolatexture lounge”, Nendo

“Chocolatexture lounge”, Nendo

L’architetto Oki Sato, alla guida di Nendo, sarà l’ospite d’onore alla ventesima edizione di Maison & Objet in qualità di Designer of the Year 2015 con il progetto “Chocolatexture lounge”.

Nuna, l’architettura si fa cibo

Nuna, l’architettura si fa cibo

Lo studio berlinese Neubau, del designer Stefan Gendl, insieme all’architetto Manu Kumar ha elaborato Nuna. Un ghiacciolo caratterizzato da un’elaborata forma composta da piccoli poligoni, dai colori delicati e sfumati a regola d’arte, che avvolgono uno stecco di bambù. E l’architettura si fa cibo.

Porthole di Martin Kastner. Infusi ad arte

Porthole di Martin Kastner.
Infusi ad arte

Come a bordo del Nautilus del Capitano Nemo inventato da Jules Verne ci troviamo di fronte a un oblò che in questo caso non ci mostra gli abissi dell’oceano ed i suoi abitanti, ma gli ingredienti più vari per la creazione di infusioni, cocktail, oli o tè, che galleggiano o affondano nel loro “mare”.

What Katie Ate, Katie Quinn Davies

What Katie Ate, Katie Quinn Davies

What Katie Ate è un’incredibile risorsa per gli amanti della cucina e… della fotografia. Il blog ha un nome già molto esaustivo e divertente riguardo il suo contenuto: What Katie ate ovvero Quello che Katie ha mangiato.