Posts Tagged 'food design'

Oltre il cioccolatino

Oltre il cioccolatino

Ma è possibile lavorare il cioccolato come un vero e proprio materiale sperimentale di cui reinventare la composizione, la consistenza e la morfologia attraverso nuovi processi di trasformazione e di produzione seriale o puntuale?

Slow Wood, il panino componibile di Studio Fludd

Slow Wood, il panino componibile
di Studio Fludd

Il gioco ideato nel 2011 dallo Studio Fludd, protagonista della recente campagna di crowdfunding su Indiegogo volta a trovare i fondi per metterlo finalmente in produzione. Ideale per trasmettere l’amore per il cibo a tutti i bambini (anche a quelli molto cresciuti!).

“Chocolatexture lounge”, Nendo

“Chocolatexture lounge”, Nendo

L’architetto Oki Sato, alla guida di Nendo, sarà l’ospite d’onore alla ventesima edizione di Maison & Objet in qualità di Designer of the Year 2015 con il progetto “Chocolatexture lounge”.

Nuna, l’architettura si fa cibo

Nuna, l’architettura si fa cibo

Lo studio berlinese Neubau, del designer Stefan Gendl, insieme all’architetto Manu Kumar ha elaborato Nuna. Un ghiacciolo caratterizzato da un’elaborata forma composta da piccoli poligoni, dai colori delicati e sfumati a regola d’arte, che avvolgono uno stecco di bambù. E l’architettura si fa cibo.

Cirstalli edibili, Gabriele Lucchitta

Cirstalli edibili, Gabriele Lucchitta

Un progetto di Gabriele Lucchitta frutto della sperimentazione sui materiali e sul processo di produzione per dare loro forma. Nello specifico affronta la messa a punto di alcune miscele di materiale commestibile da utilizzare per lo stampaggio rotazionale.